Cachi, i veggenti dell’inverno

Curiosità e proprietà dei succosi frutti arancioni

cachi

La raccolta dei cachi ha inizio con l’arrivo dei primi mesi freddi e si protrae fino a dicembre. Se quest’anno ancora non li avete assaporati, leggete questo articolo e lasciatevi intrigare dagli incredibili poteri del caco.

Curiosità e proprietà del succoso frutto sono presto svelate.

Curiosità sull’albero

Albero dalla storia millenaria, originario del Giappone e della Cina, il caco è oggi diffuso in tutto il bacino del Mediterraneo. Un’immensa fortuna, date le sue leggendarie qualità. Infatti, è anche noto come albero delle “Sette virtù” che, secondo la leggenda, erano la longevità, l’assenza di parassiti, la resistenza al freddo, l’ottima legna da ardere, la chioma folta per l’ombra, le belle foglie decorative e l’eccellente concime ricavato dai frutti caduti a terra.

Per giunta, le piante di cachi sono diventate emblema di pace in quanto, a seguito dei bombardamenti del 1945 su Nagasaki, furono tra i pochi esseri viventi a sopravvivere.

Sapevate che…

il nome scientifico del caco, Diospyros Kaki, letteralmente significa “grano di dio/Giove”. Nell’Antica Grecia era infatti considerato un cibo degli dei grazie alla sua dolcezza e bontà pressoché divine. Ancora oggi in Toscana si sente parlare di “diosperi”, ma non è l’unico soprannome del frutto. Infatti, il caco è conosciuto anche come mela d’Oriente per via delle origini asiatiche, o loto.

Il caco non è amato solo per il caratteristico colore arancio e per la polpa succosa, ma anche per le sue proprietà nutrizionali. Infatti, il bel frutto è una miniera di vitamine, in particolare di quella C, utile contro i malanni tipici della stagione fredda. Inoltre, grazie alle proprietà antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cellulare, è ritenuto un grande alleato della bellezza.

I cachi hanno un elevato potere energizzante che li rende perfetti da inserire nella dieta di bambini, sportivi e di chi risente di stanchezza o spossatezza.

Il potere del caco

Oggigiorno per sapere le previsioni atmosferiche ci affidiamo alla meteorologia, ma un tempo non era così. In antichità, infatti, i contadini sfruttavano i poteri del caco per prevedere l’entità dell’inverno alle porte. Come? Leggendo il seme. Se volete provare, prendete un caco, rimuovete la parte superiore, prelevate il seme dalla polpa, tagliatelo verticalmente e osservatelo.

A questo punto, dovreste riuscire a distinguere una tra le seguenti silhouette che corrisponde a una posata:

  • forchetta: questa indica che l’inverno sarà mite, siete fortunati!
  • Coltello: se trovate il coltello, allora tirate fuori giacche e felpe pesanti perché vi attende un inverno tagliente.
  • Cucchiaio: in questo caso ci sarà molta neve da spalare. Preparate guanti, sciarpa e una pala!

Varietà e ricette con i cachi

Di cachi ne esistono tante varietà che si differenziano per consistenza e per colore. In Italia i più diffusi sono i cachi o “kaki tipo” dalla buccia giallo-arancio e dalla polpa particolarmente succosa. Grazie alla loro morbidezza si prestano perfettamente come dessert da gustare al cucchiaio.

I cachi mela, al contrario, presentano una polpa piuttosto dura, da qui il nome. Infatti, è possibile tagliarli a spicchi e addentarli proprio come si fa con la mela. Potete utilizzare il caco mela per preparare torte fragranti o potete tagliarli a fette e cucinarli al forno insaporendoli con delle erbette.

I cachi cioccolatino invece si riconoscono per le piccole dimensioni e per la forma tondeggiante. La polpa, ricca di semini, è di un colore bruno, tendente al bronzeo che ricorda appunto il cioccolato. Adornate dessert e torte con questi piccoli e graziosi frutti per un effetto scenografico.

I consigli di Bauer in cucina

Volete sorprendere gli ospiti con un primo piatto originale? Servite il risotto di cachi con noci e gorgonzola, un tripudio di sapori dolci e salati armoniosamente combinati. Per preparare il riso utilizzate il Vegetalbrodo Bauer, il granulare Bauer a base di verdure accuratamente selezionate, ideale per dare vita a un brodo delicato e a piatti dal gusto ricercato.

Puoi acquistare il Vegetalbrodo Bauer direttamente sul sito Bauer.it e nei migliori Supermercati della vostra zona.

CONDIVIDI SU


This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.