Cavoli: proprietà e utilizzo in cucina!

In autunno arrivano anche i cavoli… tante varietà, tante proprietà e tanti gustosi utilizzi nella tua cucina e nelle tue ricette!

cavoli-broccolo

Già in precedenza abbiamo parlato dei cavoli, un ortaggio che inizia a comparire nei reparti ortofrutticoli proprio adesso, in autunno, e che ci accompagna fino a primavera. La famiglia dei cavoli (Crucifere) è davvero numerosa, con varietà che si differenziano per forma, colore, e in un certo qual modo anche per gusto, pur mantenendo una propria identità ben definita.

Cos’hanno in comune tutte le varietà di cavolo? Le proprietà benefiche!

I cavoli sono ricchi di vitamina A, C e del gruppo B; sono ricchi di sali minerali come Ferro, Calcio e Potassio; sono ricchi di fibre; contengono acidi grassi buoni, ovvero Omega 3 e Omega 6; hanno spiccate proprietà antinfiammatorie e sono detox.

Come utilizzarli in cucina?

È anche vero però, che per godere di tutte queste proprietà bisogna fare attenzione alla fase di preparazione! Consigliamo allora la cottura al vapore, perché non altera le fibre vegetali, o comunque metodi di cottura che non superino la decina di minuti. Ecco che i cavoli danno il meglio di sé quando li facciamo saltare in padella, per arricchire gustosi piatti di pasta, o ancor meglio in insalata conditi come ci insegna la dieta mediterranea… con un filo di olio extravergine d’oliva!

Poi ogni varietà ci sono poi utilizzi specifici o consigliati, sulla base delle caratteristiche del signolo cavolo. Ad esempio…

1) Il Broccolo romanesco, chiamato anche cavolo cimoso, si riconosce immediatamente per il colore verde chiaro delle cime, perfettamente geometriche. Il gusto è particolarmente dolce e nelle ricette vengono spesso utilizzate anche le foglie. Se volete gustare il broccolo romanesco nella maniera più giusta, gli chef consigliano di utilizzarlo per realizzare gustose zuppe! 😉

2) Il Cavolfiore bianco ricade certamente fra le varietà più tipiche ed utilizzate, con la particolare caratteristica di avere un alto potere saziante a fronte di un ridotto contenuto calorico. Lo riconosciamo al volo quando facciamo la spesa, per la sua forma tondeggiante, il colore bianco, e l’uniformità delle cime… In cucina trova la sua massima espressione in fantastici gratin, ma anche in sottaceto o lessato a basse temperature! E poi…è il condimento ideale per un gustoso piatto di pasta 😉

3) Il Broccolo classico, o cavolo broccolo, si presenta con infiorescenza meno uniforme e compatta rispetto al cavolfiore ed è di colore verde scuro. Importante per il suo contenuto di vitamina A e magnesio, il broccolo è molto versatile in cucina. Se ne apprezzano maggiormente le qualità con metodi di cottura delicati, quindi una lessatura, oppure al vapore. Ideale saltato in padella, risulta ottimo anche come ingrediente di piatti al forno, oppure trasformato in una gustosa purea!

4) Il Cavolo cappuccio è caratterizzato dalla forma tondeggiante e dal sapore particolarmente intenso. Lo si trova in due versioni, verde o rosso. Se il primo, ricco di Calcio e Fosforo, ha trovato ampio utilizzo in cucina soprattutto per la preparazione dei crauti, il cavolo cappuccio rosso, ricco anche di betacarotene, viene utilizzato dai migliori Chef per la realizzazione di pregiati risotti… Un esempio? Lo Chef stellato Peter Brunel ha realizzato per Bauer un fantastico risotto all’acqua di cavolo cappuccio, uova di trota e tartufo… Metti subito alla prova le tue abilità culinarie provando a realizzare la ricetta!

A presto per altri consigli di cucina utilizzando le verdure di stagione! 😉

CONDIVIDI SU


This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.