Cipolla: bontà a strati

Scopri le origini e le proprietà del bulbo più utilizzato in cucina

cipolla

Già nota in antichità per le sue importanti proprietà benefiche, la cipolla è uno degli alimenti immancabili in cucina. L’amato bulbo, derivante dall’omonima pianta erbacea, può variare in base al colore e alla forma. In Italia le varietà più diffuse sono la cipolla rossa di Tropea e quella bianca di Barletta.

Scopriamo insieme le origini, le proprietà nutrizionali della cipolla e come cucinarla per ricette saporite e sfiziose.

Le origini della cipolla

La cipolla, originaria del continente asiatico, è uno degli alimenti di più antico utilizzo. Infatti, insieme ai porri e all’aglio, godeva di grande fama già presso gli Egizi, grazie al suo aspetto, al suo sapore, ma soprattutto al suo odore intenso. Sembra che la cipolla facesse parte integrante della dieta riservata ai costruttori delle Piramidi. Inoltre, era oggetto di culto per la sua forma sferica e per gli anelli concentrici associati alla vita eterna e si riteneva che il forte odore potesse ridonare il respiro ai defunti. Ecco perché era usanza porre una cipolla nella mano della persona defunta come lasciapassare per l’aldilà.

La ritroviamo poi con Alessandro Magno che la offriva ai suoi soldati perché convinto dei suoi poteri rinvigorenti ed energetici. Anche nell’Antica Grecia e presso i Romani, la cipolla era nota per le sue virtù benefiche e veniva “prescritta” agli atleti e ai gladiatori.

Più tardi, nel Quattrocento, le cipolle acquisirono la nomea di ortaggio afrodisiaco, mentre nel Medioevo le furono attribuite proprietà terapeutiche, come quella di alleviare la tosse e calmare le infiammazioni.

Infine, Cristoforo Colombo la importò in America Centrale, nonostante fosse già diffusa nel Nord del Paese. Infatti, il nome della città Chicago significa in lingua Algonchina “Campo di Cipolle”.

Oggi, la cipolla è apprezzata e diffusa in tutto il mondo, sia per la sua versatilità in cucina, che per le sue virtù naturali. Scopriamole insieme.

Le proprietà della cipolla

  • Funzione antinfiammatoria: l’alto contenuto di quercitina, un flavenoide, favorisce l’azione antiossidante, liberando i radicali liberi e proteggendo le cellule dall’invecchiamento.
  • Controlla il colesterolo: sempre la buona quantità di quercitina contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo.
  • Abbassa la glicemia: la cipolla aiuta a ridurre i livelli di zucchero nel sangue.
  • Capacità antibatterica: l’ortaggio sferico contrasta la proliferazione di microrganismo dannosi per l’organismo.
  • Diuretica: la cipolla, grazie alla sua ricchezza in acqua, contribuisce all’eliminazione di tossine e aiuta a combattere la ritenzione idrica.
  • Migliora l’umore: l’azione dei principi attivi della cipolla, come la serotonina, favorisce il buonumore.

In tavola con Bauer

Ingrediente essenziale per un buon soffritto, la cipolla si presta bene a qualsiasi preparazione, dal condimento alle seconde portate. Per esempio, gli anelli di cipolla in pastella sono un’ottima ricetta da servire come antipasto e da intingere nella salsa. Noi ve ne consigliamo una davvero speciale: la Salsa ai Crostacei Bauer, che porta in tavola tutto il sapore del mare.

Invece, per un primo piatto originale e gustoso, assaggiate la classica zuppa di cipolle alla francese, a base di cipolle e brodo di carne. Per esaltare il gusto del brodo, aggiungete il Dado Carne Bio Bauer, un dado buono realizzato con ingredienti accuratamente selezionati, provenienti da coltivazione biologica.

Puoi acquistare la Salsa ai Crostacei Bauer e il Dado Carne Bio Bauer comodamente sul sito Bauer.it e nei migliori supermercati della tua zona.

CONDIVIDI SU


This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.