Guida alla coltivazione dell’aglio

I consigli per crescere la pianta dell’aglio nel proprio orto o in vaso

consigli per coltivare l'aglio

L’autunno è la stagione ideale per la semina di uno tra gli ingredienti più amati, l’aglio! Il sapore gradevolmente pungente e l’aroma caldo, lo rendono irrinunciabile in cucina. Ecco perché non dovrebbe mai mancare nell’orto di famiglia o nel proprio terrazzo.

Scopriamo tutto su come coltivare l’aglio, il temuto nemico dei vampiri.

Quando seminare l’aglio?

L’aglio, o Allium sativum, è una pianta erbacea perenne bulbosa, appartenente alla famiglia delle Liliaceae. Nonostante sia originario dell’Asia, l’aglio viene coltivato ormai in gran parte del mondo. Questo grazie alla sua capacità di adattamento a differenti climi e terreni.

La semina avviene in due periodi dell’anno: in autunno, tra ottobre e novembre, oppure in inverno a febbraio o a marzo. La temperatura ideale si aggira tra i 12 e i 23 gradi. Talvolta, si può scendere al di sotto dei 12°, in quanto i bulbi sono particolarmente resistenti al freddo.

Aglio: come si coltiva

L’aglio è molto facile da coltivare, infatti non necessita particolari cure e soprattutto non ha bisogno di grandi spazi. Per la semina si utilizzano gli spicchi ricavati dal bulbo che vanno interrati con la punta rivolta verso l’alto a una profondità di circa 2 cm e disposti su file a distanza di 15 cm l’una dall’altra.

Prestate particolare attenzione all’irrigazione. L’aglio non è un grande amante dell’acqua, per cui il terreno non deve presentare ristagni. Se lo coltivate in un campo, allora potrebbe essere sufficiente l’acqua piovana, specialmente se è autunno. Se invece, coltivate l’aglio in vaso, vi consigliamo di utilizzare un terreno sabbioso e drenante e di disporre della ghiaia sul fondo. Come sempre non eccedete nell’irrigazione: basterà annaffiare due volte alla settimana.

Raccolta e conservazione

L’aglio si raccoglie a circa 5 mesi dalla semina, quando lo stelo della pianta inizia ad apparire secco e il colore da verde muta in giallo. Quindi, con estrema delicatezza estraete manualmente i bulbi dal terreno. Dopo di che disponeteli su un telo, e lasciateli una zona ventilata per circa 5 giorni.

Trascorso il tempo di essicazione, legate le teste di aglio tra loro utilizzando le lunghe foglie e formate così le reste, ossia le trecce di aglio. Appendete le trecce in un luogo fresco, buio ed arieggiato come una cantina o un solaio.

L’aglio in cucina con Bauer

L’aglio è il principe indiscusso di ricette intramontabili, come quella degli spaghetti aglio olio e peperoncino o di un buon soffritto. Utilizzato al pari delle spezie, è particolarmente versatile, prestandosi bene per primi e secondi piatti. Provate la ricetta dell’arrosto di pesce, realizzata con il Granulare Pesce Bauer, un delizioso prodotto a base di merluzzo, gamberetti e granchi, uniti a verdure di prima qualità. Un’ottima scelta per dare al piatto un tocco di mare e di fantasia in più!

Puoi acquistare Granulare Pesce Bauer  direttamente sul sito Bauer.it e nei migliori Supermercati della vostra zona.

CONDIVIDI SU


This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.