Supplì alla romana

supplì romana

DIFFICOLTÀ

Facile

DOSI PERSONE

4

PREPARAZIONE

30min

INGREDIENTI

250 g Riso (Originario)
300 g Carne tritata (Manzo e Maiale)
250 g Passata di Pomodori
3 Uova
200 g Mozzarella
1 Dado di Carne Bauer
320 ml Acqua
1 Carota
1 Cipollotto
1 Costa di Sedano
b. Pane Grattugiato
1 l Olio di Semi di Girasole (per la frittura)
b. Sale
b. Pepe Nero

PREPARAZIONE

Procedimento

Iniziamo tritando molto finemente a coltello la carota, il sedano e il cipollotto. Versiamo il trito in una padella con un filo di Olio Extravergine di oliva e accendiamo la fiamma a fuoco medio. Soffriggiamo per qualche minuto.
Ora è il momento di aggiungere la carne tritata e far rosolare per due o tre minuti, poi versare nella padella il riso, alzare la fiamma e cuocere mescolando per ancora cinque minuti.
Abbassiamo la fiamma e aggiungiamo il Dado Bauer, poi subito l’acqua tiepida mescolando per far sciogliere bene.
Subito dopo mettiamo nella padella anche la passata di pomodori. Mescoliamo e lasciamo cuocere a fiamma bassa e pentola scoperta fino a che il riso non avrà assorbito tutto il liquido. Ci vorranno circa 15-20 minuti.
Quando il riso sarà ben asciutto lo verseremo in una teglia e copriremo con un canovaccio. Dovrà raffreddarsi e riposare per 24 ore prima di proseguire con la preparazione.
Trascorso questo tempo porzioniamo il riso aiutandoci con una paletta in modo da creare le dosi per i singoli supplì. Con le dosi indicate potrete preparare 8 supplì grandi o 12 più piccoli, a seconda delle vostre esigenze.
Ora oliamo leggermente il palmo delle mani e prendiamo una porzione di riso. Appoggiamo una striscia di mozzarella al centro del palmo e richiudiamo per formare una palla ovoidale, premendo bene per far sì che la mozzarella sia completamente ricoperta e il riso ben compattato.
Sbattiamo bene in un piatto fondo le uova assieme al sale e al pepe nero.
Passiamo il supplì nell’uovo sbattuto, poi nel pane grattugiato. Ripetiamo questa operazione due volte per ogni supplì fino a terminare la preparazione.
Alla fine disponiamo i nostri supplì in una teglia pronti per la fase della frittura!
Facciamo scaldare l’Olio a 160°C e inseriamo delicatamente al suo interno i supplì uno per volta, facendo attenzione che non rimangano attaccati al fondo. Potete anche aiutarvi con una forchetta o una schiumaiola per tenerli distanti dal fondo negli istanti successivi all’immersione.
Lasciamo cuocere per 6-8 minuti e poi quando i supplì saranno ben dorati estraiamoli dall’olio e mettiamoli ad asciugare su carta assorbente, spruzzandoli con una spolverata di sale.
Se dovete friggere parecchi supplì, potete mettere quelli giù pronti in forno a 150°C per tenerli caldi mentre ultimate la frittura degli altri
Quando tutti i supplì saranno pronti, portateli in tavola e gustateli ancora caldissimi, in modo da godere dello spettacolo della mozzarella filante che esce dal guscio croccante quando si spezzano!

Consigli

Per la preparazione dei Supplì alla romana è più indicato il riso originario, ma potete usare anche del riso vialone nano.
Ricordatevi che questo è un piatto romano nato dalla più genuina cucina di riciclo, per cui si usava il riso del giorno precedente molto colloso e amidaceo per formare le sfere. È quindi fondamentale lasciare riposare il preparato per 24 ore prima di formare i Supplì!
Altra fase cruciale è quella dell’inserimento della mozzarella all’interno del supplì. Fate attenzione a che questa sia ben coperta dal riso e sia centrale nella polpetta di riso. La doppia panatura garantirà che il formaggio rimanga all’interno sciogliendosi, ma c’è sempre il malaugurato caso in cui la mozzarella trovi la via per uscire durante la cottura, come si sentirà bene dal crepitare e scoppiettare dell’olio bollente!
In questo caso sarà semplicemente necessario estrarre prontamente il supplì “bucato” dall’olio e finire magari di cuocerlo in forno.
I supplì si possono conservare in frigorifero per un paio di giorni ed essere gustati dopo averli scaldati nel forno per un quarto d’ora. Se volete surgelarli, fatelo quando li avete chiusi e impanati, avvolgendo ciascuno di essi nella pellicola a caramella. In questo caso fateli scongelare bene prima di friggerli.

CONDIVIDI SU

Una sorpresa tutta da mordere

Anche detti “al telefono” per via dei fili di mozzarella che si formano quando si aprono, i supplì alla romana sono una prelibatezza della cucina romana. Impossibile resistere alla mozzarella filante racchiusa in un croccante guscio di riso fritto e impanato. Sono ottimi da servire come antipasto o per accompagnare l’aperitivo. Infilzateli con degli stuzzichini in legno e gustateli con gli amici o in famiglia.

 Sapete cosa li rende ancora più buoni? Il Dado di Carne Bauer a base di ortaggi miscelati a carne di prima qualità e olio extra vergine di oliva. Un dado buono e saporito grazie alla lavorazione accurata e lenta in grado di esaltare il gusto di ogni piatto. Privo di lattosio e glutine, è pensato per regalare proprio a tutti piatti deliziosi.

Pronti a scoprire la ricetta dei celebri e irresistibili supplì alla romana?

Puoi acquistare il Dado di Carne Bauer comodamente sul sito Bauer.it e nei migliori Supermercati della tua zona.

PREPARA QUESTA RICETTA CON:

GUARDA LA VIDEORICETTA

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.