SEDANO, l’antidepressivo naturale!

Cocktail di benefici terapeutici, il sedano fa sorridere corpo e portafoglio

Sedano-tagliato-a-pezzi

Come dice il proverbio, “Se il contadino sapesse il valore del sedano, allora ne riempirebbe tutto il giardino”. L’Apium Graveolens, o meglio conosciuto come sedano, è originario dell’area mediterranea. I monaci già nel 1500 ne facevano largo uso come pianta medicinale nei monasteri italiani. Si è poi diffuso anche in ambito culinario in Grecia, Francia, Spagna, Inghilterra e Germania.

UN’ ASPETTO SEMPLICE MA DALLE MILLE PROPRIETÀ

Dall’ esterno il sedano appare come un fusto eretto. Scanalato sulla superficie e ramificato, le sue foglie sono di un verde intenso. È una pianta che nasce sia spontanea che coltivata per mano dell’uomo. Spesso le sue proprietà vengono sottovalutate. Il sedano, infatti se assunto nelle giuste dosi apporta all’ organismo numerosissimi benefici. Ortaggio costituito principalmente da acqua, è ricco di fibre, proteine, carboidrati, vitamine (A, C, E) e contiene pochissimi grassi. È considerato come un rimineralizzante naturale per la presenza di sali minerali, quali ferro, manganese e potassio. I suoi antiossidanti contrastano l’invecchiamento della pelle ed è un valido alleato contro colesterolo e ipertensione. Ha forti proprietà diuretiche e digestive soprattutto se consumato crudo, infatti contrasta i calcoli renali. Inoltre agisce come ansiolitico e antidepressivo sul sistema nervoso e combatte reumatismi. Insomma, quale miglior alleato per la nostra salute?

BENVENUTO A TAVOLA!

Possiamo dire che l’ Apium Graveolens sia un ortaggio “multitasking” per i suoi mille usi anche in cucina. Ebbene si, crudo o cotto non finisce mai di stupirci con piatti sani e fantasiosi. Il sedano, se assunto a crudo, conserva tutte le sue numerose proprietà benefiche. Può insaporire e colorare le insalate con tantissime fantasie. È ottimo da gustare anche a morsi in pinzimonio. Basta lavare l’intero gambo, sfilacciarlo e condirlo con olio extravergine d’oliva. È buonissimo anche cotto in zuppe, vellutate e minestroni. Per conferire un aroma più intenso a queste pietanze, Bauer consiglia il suo Dado vegetale.  Ma non è finita qui: tritando gambo e foglie si può preparare un gustoso infuso depurativo da sorseggiare nelle fredde giornate invernali.

Beh, che dire? Non rimane che assaggiarlo per testare tutti questi benefici.

Un buon appetito firmato Bauer!

CONDIVIDI SU


This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.